Inaugurato a Grugliasco stabilimento Maserati

A Grugliasco, alle porte di Torino, nello stabilimento Maserati, che è stato inaugurato ieri, oltre al presidente John Elkann, all'amministratore delegato Sergio Marchionne e al presidente della Ferrari, Luca Cordero di Montezemolo, sono arrivati anche il sindaco di Torino, Piero Fassino e il presidente della Regione Piemonte, Roberto Cota.

A sorprese, anche i lavoratori della Fiom questa volta hanno applaudito Sergio Marchionne, in particolare quando ha annunciato a Grugliasco l'assunzione entro l'anno di tutti i 1.000 dipendenti della ex Bertone.

Marchionne ha aggiunto che "Il mercato europeo dell'auto forse non ha toccato il fondo", ribadendo che "il nostro è un impegno serio e abbiamo una strategia precisa". "L'entrata in produzione della Ghibli e la successiva salita produttiva ci permetterà di assicurare un pieno impiego dei tutti i lavoratori dello stabilimento entro la fine dell'anno".

"Oggi è un giorno storico. Il 2013 segna l'inizio di una nuova era per Maserati". Marchionne ha aggiunto che le vetture che usciranno da Grugliasco "sono cruciali per riposizionare il marchio e avviare una fase di espansione senza precedenti".

L’ad di Fiat ha concluso precisando che “i risultati sono in linea con le aspettative, il gruppo sta bene” e confermando che "non chiuderemo stabilimenti in Italia".

Dal canto suo il presidente di Fiat John Elkann ha annunciato che "lo stabilimento di Grugliasco si chiamerà da oggi Avvocato Giovanni Agnelli Plant". 

  • Scambio d
    Scambio d'informazioni fiscali: i ...

    Sì all'ampliamento dello scambio di informazioni fiscali ad ulteriori 41 paesi, ma solo dopo opportune verifiche: è quanto auspica l'Associazione dei banchieri privati svizzeri (ABPS), che invita in particolare il Consiglio federale ad assicurarsi che la Confederazione non si muova da cavaliere solitario, accertandosi che anche i paesi concorrenti forniscano lo stesso tipo di dati. Al riguardo occorrerà far pressione sugli Stati Uniti... Continua a leggere

  • Svizzera: restano alti i salari del Top Manager
    Svizzera: restano alti i salari del ...

    In Svizzera i salari per i vertici di grandi banche e gruppi economici restano sempre alti, malgrado un certo calo, più o meno sostanzioso a seconda dell'azienda. Le cifre più recenti riguardano il Credit Suisse il cui CEO Tidjane Thiam ha ricevuto per l'anno scorso 11,9 milioni di franchi di remunerazione. L'anno prima il franco-ivoriano aveva incassato 18,9 milioni. Una parte del compenso del 2015 era tuttavia rappresentata da pagamenti di compensazione per mancati... Continua a leggere

  • Il Consolato italiano di Lugano deve adeguare i salari di due impiegate
    Il Consolato italiano di Lugano deve ...

     Il Tribunale federale, con sentenza del 15 febbraio pubblicata ieri, ha respinto un ricorso, dichiarandolo inammissibile, del Ministero degli Affari Esteri italiano contro due impiegate presso il Consolato generale d'Italia a Lugano. Le due donne, cittadine italiane, chiedevano dal 2013 salari arretrati e aumenti salariali come compensazione del danno passato e futuro consecutivo alla svalutazione dell'euro rispetto al franco svizzero e alla disparità... Continua a leggere

Social Network & Meteo

Photogallery

Maserati-FCA-CCIS Serata di gala
Maserati-FCA-CCIS Serata di gala
Maserati-FCA-CCIS Serata di gala
Maserati-FCA-CCIS Serata di gala
Maserati-FCA-CCIS Serata di gala
Maserati-FCA-CCIS Serata di gala
Maserati-FCA-CCIS Serata di gala
Maserati-FCA-CCIS Serata di gala